Erba cresciuta a dismisura, reti mancanti, illuminazione insufficiente, zero sicurezza, sporcizia e degrado. Non è la scena di un film, bensì il campo da calcio in cui sono costretti a giocare i bambini del Villaggio dei Lavoratori, in via Pietro Virgintino, l’ennesimo impianto sportivo abbandonato al degrado in questa città.

“E’ impensabile che questo quartiere sia stato completamente abbandonato dal comune e dal municipio, nonostante siamo a circa 10 minuti dal centro cittadino. Qui i bambini hanno pochissimi luoghi di socializzazione e di svago e quel che invece dovrebbe favorire ciò, si presenta degradato, abbandonato da anni e lasciato lì, come se i bimbi di questo quartiere non meritassero una struttura adeguata, nuova e a norma” – denuncia duramente Sos Città, tramite i suoi rappresentanti Danilo Cancellaro, Dino Tartarino e Lucia Rita Di Bari in seguito ad un sopralluogo effettuato.

“Al pari del campetto abbandonato in viale delle Regioni al quartier san Paolo, anche questo sembra non esistere per il comune. L’erba supera il metro di altezza, non c’è sicurezza, non ci sono le reti di protezione, non c’è l’illuminazione. Ma ancor più assurdo è che questo impianto non sia stato inserito nell’elenco dei 13 altri impianti sparsi in città, oggetto di riqualificazione. Per farla breve: il Comune ha deciso di non riqualificare questo campo. Non vogliamo attribuire colpe e responsabilità. Questo lo lasciamo al giudizio dei cittadini; quello che vogliamo è uno strappo alla regola. Chiediamo pertanto al sindaco e all’assessore allo sport, a nome dei residenti del Villaggio dei Lavoratori e dei loro figli, che anche questo campetto possa essere riqualificato al fine di restituire decoro ad una zona che non è stata e non è mai oggetto di attenzioni da parte di nessuno.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.