Bari vista dalla terrazza Murat

Se è vero che “Il paesaggio è uno stato d’animo”, come diceva Henri Frédéric Amiel, allora salire sulla Terrazza Murat (presso l’hotel Palace) vi permetterà di godere di uno Skyline unico della città di Bari; un paesaggio che penetra per gli occhi e incrementa di forza.

“Addo t-uelde e t’aggire” in questa nostra amata e bellissima città, ci trovi sempre lui, Gioacchino Murat, un giovane asceso così rapidamente ai vertici dello stato maggiore di Napoleone che ha lasciato un profondo ricordo tra i nostri antenati, un’impronta indelebile sul futuro della città. Tanto che La Terrazza dell’hotel Palace ha deciso di ricordarlo; un dipinto all’interno della sala ristorante lo dimostra.

Ci viviamo in mezzo, ma può essere descritto solo dal punto di vista distante. È paradossale come un paesaggio sia, di fatto, un ambiente vissuto H24 dalla società al suo interno, ma che può essere apprezzato solo lontano da esso, come se fosse vero che le cose più belle vadano tenute a dedita distanza per coglierne meglio la bellezza: chi guarderebbe più un arcobaleno se questo comparisse ogni giorno sopra le nostre teste e più di 10 minuti?

È la Dottoressa Francesca Bruno, general Manager presso Palace Hotel Bari, che ci ha aiutati ad analizzare lo Skyline della città di Bari. Al settimo piano dell’Hotel Palace, costruito nel 1956, la terrazza si affaccia sul borgo antico e sul mare e da qui si possono ammirare: il castello Svevo, la Basilica di San Nicola e la Cattedrale di San Sabino. Non solo gusto per la vista, ma anche gusto del palato, ci spiega la Dott.ssa Bruno: “Il nostro menu è prevalentemente fatto da piatti della tradizione pugliese, ed è accompagnato per il 90% da vini esclusivamente pugliesi. Gustare le prelibatezze della Puglia, dai piatti più semplici a quelli più composti”.

Se un barese rimane estasiato dall’immagine che si mostra dinanzi ai suoi occhi, è curioso conoscere come un turista si comporta davanti al paesaggio barese. Ci spiega la Dott.ssa Bruno: “I turisti fanno a gara per sedersi fuori e sono attratti dallo Skyline che possono ammirare”.

“Bari ha una grande potenzialità”- ammette la general manager del Palace- “le nuove tratte aeroportuali hanno dato un ampio respiro alla città, ma bisogna migliorare quei servizi e quelle infrastrutture fondamentali per facilitare il turismo all’interno della città e nei luoghi limitrofi. Offrire maggiori servizi quali: visite culturali, lidi più organizzati”, e aggiunge, “ho notato un grande miglioramento della città di Bari nel corso degli anni. Tanto è stato fatto, ma tanto ancora si può fare”.

La bellezza attrae, il gusto seleziona, la Puglia innamora. Non dimentichiamolo.