Ponte ferroviario in via Napoli: rischio cedimenti?

La pubblica sicurezza è un interesse primario che garantisce la tranquilla convivenza dei consociati. Tuttavia, molte sono le situazioni in cui tale garanzia viene meno a causa della incuranza della Amministrazione o ente competente.

Vittime di detto disinteresse sono, come sempre, i cittadini baresi.
Questi stessi cittadini, attenti alla cura della città, hanno inoltrato diverse segnalazioni riguardanti una situazione al limite del possibile: un ponte di quotidiano transito ferroviario che mostra segni di cedimento.

Ci troviamo in via Renato Scionti, tra via Napoli e viale Europa, in prossimità della fermata Fesca-San Girolamo. La segnalazione ci arriva direttamente da alcuni cittadini sulla nostra pagina FB preoccupati per la sicurezza dei tantissimi pendolari o cittadini che quotidianamente usufruiscono dei treni.

Dalle foto appare visibilmente chiaro il pericolo: superfici sconnesse e cornicioni ceduti, ancora attaccati per pura fortuna, sono un chiaro indizio di un necessario intervento da parte delle ferrovie dello stato. Inoltre, è bene considerare che il suddetto ponte non è abbandonato, ma al contrario è oggetto di continuo e giornaliero passaggio dei treni regionali.

È doveroso ricordare che all’Amministrazione sono riconosciuti dalla stessa collettività poteri pubblici al fine di soddisfare interessi di naturale generale.

“Pensare al bene dei cittadini è il primo passo per la costruzione di una città migliore. Lungi da noi creare inutili allarmismi, è chiaro ed evidente però che l’intervento pubblico non può e non deve succedere a eventi disastrosi, ma deve prevenirli. Ecco perche dunque chiediamo a RFI di intervenire immediatamente per mettere in sicurezza il ponte, ma anche all’amministrazione comunale di interessarsi della questione affinché possa sollecitare una maggiore cura e manutenzione” dichiarano in una nota i rappresentanti di Sos Città